Eruzione di Stromboli, nessun pericolo per il volo

08/07/2019

Il pomeriggio del 3 luglio 2019 due forti eruzioni dello Stromboli hanno lanciato fino a 5-6 km di altitudine una colonna di ceneri, gas e lapilli. Modelli meteorologici ci dicono che la nube ha subito iniziato a disperdersi, prima verso nordovest, poi, a sera, la sua parte bassa e quella alta sono tornate verso la Sicilia. Il 4 luglio la nube era diffusa sulla Sicilia orientale, Calabria e Basilicata. Per chi vola questa è la fase più critica che segue un’eruzione: sapere quante e dove sono le polveri ed i gas vulcanici per evitarne la pericolosa ingestione nelle turbine. Le osservazioni della nube vulcanica effettuate il 3 e 4 luglio 2019 dal radar laser della rete AliceNet di Messina indicano un carico massimo di particolato di circa 100 µg/m3, nulla di preoccupante per il volo

Via: CNR italia

I commenti sono chiusi